Mille orti in mezzo al mare

Serata intensa e piacevole quella che ha  ricostruito le atmosfere isolane tradizionali in un contesto di modernità. La presentazione dell’ultimo libro del giornalista e scrittore Ciro Cenatiempo, accompagnata da  un quartetto di artisti molto affiatati, ha snocciolato in scena il fascino della cultura contadina in un contesto marinaro, qual è quella dell’isola d’Ischia. Nella stradina del Torrione,  al centro di Forio, lo spettacolo con gli attori Leonardo Bilardi e Milena Cassano ha teatralmente illustrato le  testimonianze di “Mille orti in mezzo al mare”. Un percorso di letture, che, interpretate da Leonardo e Milena , accompagnati dalla voce di Antonietta Castiglione e dalla chitarra di Mario Marigliano, hanno deliziato il numeroso pubblico. Da questo format spettacolare scaturisce la consapevolezza di un fenomeno molto particolare: la riconquista di terra coltivata per vigneti di qualità e, soprattutto, per orti e giardini rigogliosi. Si riscopre la magia di un suolo vulcanico e fertile, in una corona di microclimi unici. E spuntano le storie di uomini e donne che, con passione e applicazione dell’etica della sostenibilità, sono i testimoni della riscoperta di valori millenari. I protagonisti abitano “in mezzo al mare”, in un territorio disegnato da cinquemila chilometri di muri a secco, le straordinarie parracine, una piccola muraglia cinese ischitana,vera colonna vertebrale dell’isola verde. Sono questi i fatti che il libro svela, in un contesto di contemporaneità suggestiva, tra curiosi paradossi e formidabili sfide agroalimentari, che le parole e la musica contribuiscono a rendere ancora più popolari.

Testo rielaborato dal quotidiano on line Ischia Blog.