Presepe “Al freddo e al gelo”

La Natività, rappresentata dall’ormai notissimo presepe di San Francesco d’Assisi, in tutto il mondo ha ispirato nel corso dei secoli tantissimi artisti. Da Giotto al Caravaggio, da Lorenzo Lotto al Botticelli, dal Perugino, da Gerrit Van-Honthorst, e mi fermo con l’elenco per stuzzicare la vostra curiosità, i più celebri artisti si sono soffermati su un tema imprescindibile della cristianità. L’Associazione Culturale Radici non è riuscita a esimersi dal tralasciare un evento così sentito dalla popolazione. Ha, infatti, promosso, in sinergia con il Comitato Arti& Mestieri la realizzazione di una natività in una grotta naturale al Torrione di Forio, appunto “al freddo e al gelo”.  L’inclemenza atmosferica ci ha impedito di ampliare la scenografia, ottimamente realizzata da Franco Vito D’Ambra e dai suoi collaboratori, e nella loro  essenzialità le figure presepiali ideate da  Taki Calise, (il compianto ed eclettico artista foriano) messe a disposizione dal dottor Antonio Regine, invitano i visitatori alla riflessione e indicano la strada da seguire per ottenere il miracolo che tutti cerchiamo.   Con gli auguri di Buon Natale e di un Felicissimo Anno Nuovo, l’Associazione Culturale Radici vi invita al presepe che è visitabile, gratuitamente, durante gli orari di apertura del Museo Civico Giovanni Maltese, da martedì a domenica 09 00 / 13 00 e 17 00 19.30 fino all’Epifania, e vi ricorda che il Presepe artistico realizzato dal Comitato Arti & Mestieri nella sede dell’ex Bar Elio in zona Monterone è visitabile tutti i giorni dalle ore 17:00 alle ore 19:30.