4) Pezzi da palcoscenico

Facendo seguito al propedeutico articolo Il Theatron ai tempi della pandemia, pubblicato alla pagina http://www.iltorrioneforio.it/eventi-brevi/i-tuoi-eventi/3-il-theatron-ai-tempi-della-pandemia/ è stato ultimato il corso di drammaturgia Blow up! organizzato da Ugualos produzioni e dal Prof. Eduardo Cocciardo.

Con viva soddisfazione dei numerosi partecipanti, del docente e degli organizzatori, si è conclusa la prima edizione del laboratorio di drammaturgia denominato Blow up! on line. Il corso, della durata di sei lezioni mediante dad, prevedeva, dopo le prime nozioni introduttive e storiografiche, un’esperienza pratica di scrittura. Si è formato così un vero crogiolo di autori di testi per il teatro, utile non solo agli autori, che spesso si sono ritrovati col foglio bianco da riempire con le proprie idee e proposte, ma anche per chi volesse, dall’esterno, approfondire le ampie tematiche della vita di gruppo. Organizzato dall’associazione Ugualos Produzione e diretto dal Professore, scrittore e regista Eduardo Cocciardo, il corso è servito anche a leggersi nell’animo ed esternare le proprie idee creative che, trasmesse sulla carta, toccano vari temi di vita vissuta, perché, come ha giustamente sottolineato più volte il Prof. Cocciardo: il teatro è la trasposizione della vita reale. I sentimenti, le vicissitudini degli autori e degli attori diventano quelli del pubblico che spesso entra in simbiosi con la troupe.

Come ha illustrato il Prof. Cocciardo, il nome del laboratorio non casuale ma ispirato al film di Michelangelo Antonioni, Blow up!, appunto, dove il protagonista Thomas, uno scontroso fotografo londinese di moda, realizzando un libro fotografico avente come soggetti persone disagiate dei quartieri londinesi, un giorno, in un parco periferico, si imbatte in due amanti e scatta loro delle foto, cercando di non farsi notare e nascondendosi dietro agli alberi e ai cespugli. Ma Jane, la donna della coppia, si accorge di quanto sta accadendo e, una volta raggiunto Thomas, gli chiede insistentemente il rullino. Al suo diniego, fugge, ma nel corso della stessa giornata lei si presenta allo studio fotografico del meravigliato Thomas, dove lei cerca a ogni costo di farsi consegnare la pellicola. Con uno stratagemma Thomas le consegna un rullino diverso da quello usato nel parco e poi, intrigato dal comportamento misterioso della donna, inizia ad indagare, sviluppando e ingrandendo (il cosiddetto Blow-Up) le fotografie. Una volta portata a termine l’operazione, Thomas si accorge di come le immagini rivelino un tentativo di assassinio, benché gli scatti non siano del tutto comprensibili. Il Teatro è proprio questo. In effetti, fotografa la realtà, che può essere vista anche con occhio diverso dalla quotidianità.

Attendendo la prossima, certamente proficua edizione, l’Associazione Culturale Radici è lieta di accogliere tutti i canovacci elaborati dagli allievi, e porta inoltre a conoscenza che nella pagina di facebook di Ugualos produzioni si possono trovare una vasta gamma di notizie molto utili inerenti il teatro, il fumetto, il disegno e altro ancora. Di seguito, in ordine alfabetico i canovacci che puoi scaricare  in pdf

A tutti buona lettura.

1 Pezzi da Museo di Maria Rita Ascanio

2 Magic Sam Rock di Sebastiano Cammelli

3 Il Naufrago di Luigi Castaldi

4 Otturato di Davide D’Abundo

5 La lettera di Carolina Dii Costanzo

6 La riscossa del gregge di Rachele Giuliano

7 Lokdown di Annarita Manzi

8 La fontana di Esto di Salvatore Mazzella

9 La sera a casa di Luca di Giusy Patalano

10 L’incontro di Elisabetta Pitone

11 Non si piange sul latte versato di Edoardo Vivenzio

 

Il Torione Forio