Michele Aiello

” TACITI PENSIERI ” di Michele Aiello

Michele Aiello, scultore e scalpellino nasce a Forio d’Ischia nel ‘59. Comincia a lavorare nell’edilizia a soli undici anni e scopre fin da piccolo la sua attitudine alle arti figurative. Il primo approccio è stato con la pietra, soprattutto tufo verde e peperino, lavorandola per arredare ville con camini, portici e piccole sculture da giardino. Negli anni continua a perfezionarsi lavorando pietra di tufo dell’Epomeo e trachite della cava di Marecoco. Proprio da quest’ultima nasce la sua prima vera e propria scultura, una fontana. L’arte della scultura pian piano è diventata parte della sua vita con continui perfezionamenti da autodidatta. In seguito, alla pietra, si sono aggiunti il marmo, la terracotta e il legno da cui hanno preso vita, negli anni, numerose opere. Fino ad oggi si contano molte esposizioni e mostre su tutto il territorio isolano tra cui nel 2000 all’Osservatorio geofisico di Casamicciola; 2001 Il sogno di Benino (Forio); 2003 Art Ischia (Lacco Ameno);2003 Arti e Sapori (Forio);2004 Art Ischia (Lacco Ameno); 2007 Giardini Ravino (Forio);2009 Forio nel presepe (Forio);2011 Piazza San Gaetano (Forio) e 2012 al Chiostro di San Francesco (Forio). Da sabato 5 a sabato 19 dicembre 2015 (dalle 16.00 alle 20.00 e con aperture straordinaria dalle 09.30 alle 12.30 nei giorni 6 8 e 13 dicembre), è possibile ammirare, nella Sala Mostre del Museo Civico del Torrione le seguenti opere: Marmo: Onda; La Mamma; Il Male; San Vito. Pietra: Senza Nome; Maruzzella; Tartaruga marina; Il Mondo; Altare di sacrificio. Legno: Giullare; I Quattro Elementi; Purgatorio; Idillio marino; Corona di spine.