“Mosaici lignei”

Il Comune di Forio l’Associazione Culturale Radici sono lieti di comunicare la riapertura del Museo Civico del Torrione Giovanni Maltese. Superata l’impasse estiva, dovuto a motivi burocratici, la dimora del Maestro foriano spalanca le porte a un’artista di Forio di cui non tutti, pur apprezzandone la fama professionale, hanno il piacere di conoscere e gustare le doti artistiche. Manifesto Torrione JpegLa prossima mostra in calendario dal 2 al 16 ottobre ci rivelerà, infatti, la mano sensibile di Giovanni Amalfitano, Primario Chirurgo in pensione dell’ospedale di Villa d’Agri in provincia di Potenza. Questa volta, armato di cesello e martello, anziché di bisturi, ci proporrà ciò che da qualche anno è diventata la sua manifestazione dell’animo. Il Professore, nato a Forio nel 1942, si diletta, da qualche anno, nel “mettere insieme pezzettini di legno” per realizzare panorami e dettagli di luoghi da lui visitati. I legni usati per la maggiore sono: mogano, iroko, ebano, quercia nostrana, e toulipier. Le parti colorate delle opere sono realizzate con resina epossidica. Spesso provenienti da materiali di risulta, i legni di Giovanni riprendono vita e forme, consentendo di tuffarci con un full immersion nei suoi conventi o riversarci idealmente nelle sue piazze, egregiamente modellate. Il tulipier albero il cui nome deriva dal francese a causa dei suoi fiori, simili a tulipani, di colore verde-giallo, conferisce all’insieme una cromaticità accentuata e riflettente che, sprigionandosi dal quadro, investe il visitatore e lo trasporta nel mondo onirico dell’Autore rendendolo partecipe e presente.

Giovanni Amalfitano, da sempre impegnato nel tempo libero in altre esperienze, sia nel sociale sia in attività ludiche (è Prima Nazionale nell’organismo FIDE Federazione Internazionale degli Scacchi che coordina le varie federazioni nazionali di scacchi a essa aderenti.) ha concesso all’Associazione Culturale Radici di liberare le sue opere dagli spazi della sua privacy per donarli alla pubblica fruizione, confidando nell’attenta lettura di cui il gradito pubblico che invaderà il Torrione saprà far tesoro.

Non resta quindi che darvi appuntamento all’inaugurazione con ingresso libero, lunedì due ottobre presso la sala Mostre del Museo Civico del Torrione di Forio.