Homenaje a mi madre. Omaggio a mia madre

Col profumo di una primavera che tarda a giungere, con la sua freschezza artistica al Torrione di Forio arriva un’Artista dal nome primaverile che del resto si lega benissimo al nostro habitat mediterraneo e lussureggiante: Mirta Zaliauskas.

L’effervescente scultrice e pittrice argentina, di origine isolana (suo nonno era baranese), nata a Quilmes, pochi chilometri da Buenos Aires, sulla foce del Rio de la Plata, trasferisce a Forio il suo bagaglio espressivo di un’arte che viene dal retaggio ischitano, misto a quello dei popoli andini, in particolare gli antichi Tucumani, fondatori della ridente città argentina.

L’Associazione Culturale Radici, conscia della necessità di esportare il Museo Civico del Torrione “Giovanni Maltese” fuori dalla ristretta quotidianità dell’isola d’Ischia e legarla a un circuito artistico internazionale, accoglie con entusiasmo Mirta e i suoi disegni che fanno parte di una vasta collezione elaborata durante il suo bouquet artistico. Dalla patria del tango non potevano mancare le espressive arti figurative che lo rappresentano, e Mirta, con dovizia di particolari, ci dona le linee sinuose delle danzatrici del Libertango, o del Caminito, ci avvicina a una cultura di un popolo, quello argentino, che ha molte similitudini con il nostro paese. E lo fa in un modo particolare, esprimendo cioè un suo sentimento interiore verso sua madre, perché trovare una madre è molto difficile ed è figlio ingrato chi almeno una volta nella propria vita, non le dedica una dimostrazione di riconoscenza. La mostra, che oltre un tributo personale alla madre, la donna di cui Mirta ha coscienza e fenotipo psichico,(il gene che determina l’insieme dei caratteri di un organismo), intende estendersi alle sue origini isolane, sarà inaugurata il 17 di marzo 2018 alle ore 18. 30 e resterà visitabile dalle 17. 00 alle 19. 30 del 27 marzo con ingresso gratuito.

Ed ecco alcuni cenni sulla carriera artistica di Mirta Zaliauskas

Dopo la Scuola di Belle Arti “Carlos Morel”di Quilmes, dove si è laureata come insegnante di arti visive, ha frequentato la facoltà superiore di Scultura. Mirta si dedica quindi alla scultura di diversi materiali e nel disegno usando varie tecniche, e sperimentando le possibilità dell’arte. Nel 1995, viaggia, studia e lavora in Europa, evidenziando le dimensioni di Botero a Carrara dove realizza sculture di bronzo e marmo. Espone al Museo Nazionale di Vilnius, capitale della Lituania, e in gallerie romane. Viene gratificata aggiudicandosi il terzo premio di disegno alla Biennale di Buenos Aires nel 1992. Ha partecipato a Simposi di Pittura e Scultura a Tilcara Jujuy, San Martin de los Andes, a Carlos Casares. Numerosi sono i premi e gli attestati durante la carriera tra cui menzioni per il disegno e scultura di piccolo formato, Espone in vari musei argentini tra cui Museo de La Plata, Museo Isole Falkland, Daily Clarin Mar del Plata, Museo di Quilmes, Museo di Tilcara, Museo San Martin de los Andes. Museo Carlos Casares. A livello internazionale la sua presenza è significante presso il National Art Vilnius Lituania e all’ONU ha diretto un murale alla Scuola di Belle Arti con il Maestro Corcova Carpani. Ha partecipato a varie fiere: Pure Design Fair a La Rural Bs As, 2005-Rural Palermo dal 2010 al 2015. Fiera DAS dal 2005 al 2012 de La Plata e Quilmes. Ha esposto durante la mostra annuale presso il Museo del Tango a Buenos Aires nel 2014. Insegna da venticinque anni in varie scuole statali a Quilmes, ove inoltre espone permanentemente i suoi lavori Nel 2013 esposizione disegni e sculture al Museo delle Isole Falkland, e coordina una collettiva presso il Museo del servizio carcerario. Al suo attivo inoltre una mostra condotta nel 2015 negli Stati Uniti, ove continua esponendo in varie gallerie della California.

Appuntamento dunque al vernissage di sabato 17 marzo 2018.

Homage to the mother

Always with the scent of a spring that is late in coming, with its artistic freshness to the Torrione di Forio comes an artist from the spring name that after all it binds very well to our habitat, Mirta Zaliauskas.

The effervescent Argentine sculptor and painter, of island origin (her grandfather was from Barano), born in Quilmes, a few kilometers from Buenos Aires, at the mouth of the Rio de la Plata, transfers to Forio her expressive baggage of an art that comes from Ischian heritage, mixed with that of the Andean peoples, in particular the ancient Tucumani, founders of the charming Argentine city.

The Radici Cultural Association, aware of the need to export the “Giovanni Maltese” Tower Museum out of the restricted daily life of the island of Ischia and link it to an international artistic circuit, welcomes with enthusiasm Mirta and his drawings that are part of a vast collection elaborated during her artistic bouquet. From the homeland of tango could not miss the expressive arts that represent it, and Mirta, with a wealth of details, gives us the sinuous lines of the dancers of Libertango, or Caminito, brings us closer to a culture of a people, the Argentine, who has many similarities with our country.

And she does it in a particular way, expressing her inner feeling towards her mother, because finding a mother is very difficult and she is ungrateful who at least once in her life does not give her a demonstration of gratitude. The exhibition, which over a personal tribute to the mother, the woman of which Mirta has consciousness and psychic phenotype, (the gene that determines the set of characters of an organism),intends to extend to her island origins, will be inaugurated on 17 March 2018 at 18.30 and will be open from 17.00 to 19.30 on 27 March with free admission.

 

And here are some hints about the artistic career of Mirta Zaliauskas

After the “Carlos Morel” School of Fine Arts in Quilmes, where she graduated as a visual arts teacher, she attended the high school of sculpture. Mirta is therefore dedicated to the sculpture of different materials and design using various techniques, and experimenting with the possibilities of art. In 1995, she traveled, studied and worked in Europe, highlighting the dimensions of Botero in Carrara, where she made bronze and marble sculptures. She exhibited at the National Museum in Vilnius, the capital of Lithuania, and in Roman galleries. Was rewarded by winning the third drawing award at the Buenos Aires Biennial in 1992. She participated in Painting and Sculpture Symposiums in Tilcara Jujuy, San Martin de los Andes, and Carlos Casares. There are numerous awards and certificates during his career including mentions for small format drawing and sculpture, exhibits in various Argentine museums including Museum of La Plata, Museum of Falkland Islands, Daily Clarin Mar del Plata, Museum of Quilmes, Museum of Tilcara, San Martin de los Andes Museum. Carlos Casares Museum. Internationally, her presence is significant at the National Art Vilnius Lithuania and at the UN he has directed a mural at the School of Fine Arts with Maestro Corcova Carpani. She  has participated in various fairs: Pure Design Fair at La Rural Bs As, 2005-Rural Palermo from 2010 to 2015. DAS Fair from 2005 to 2012 in La Plata and Quilmes. She exhibited during the annual exhibition at the Tango Museum in Buenos Aires in 2014. She has taught for twenty-five years in various state schools in Quilmes, where he also exhibits his work permanently. In 2013 she exhibited drawings and sculptures at the Falkland Islands Museum, and coordinated a collective at the Museum of Prison Service. She also performed an exhibition in 2015 in the United States, where continues exhibiting in various galleries in California.

Appointment therefore at the vernissage Saturday, March 17, 2018.

E ora un articolo pubblicato dal nostro collaboratore, il giornalista Dott. Henri Camilo Bermudez pubblicato sul quotidiano Il Golfo del 25 marzo 2018.

 

Articolo Camilo Bermudez Jprg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un altro  interessante articolo redatto dal giornalista Dott. Massimo Zivelli dal Mattino del 26 marzo 2018

https://www.ilmattino.it/napolismart/cultura/le_opere_argentina_mirta_zaliauskas_mostra_al_torrione_di_forio-3630470.html

 

e ancora foto della mostra