IN QUESTA REGGIA

Lo scenografo Alfredo Troisi e il regista Riccardo Canessa, da anni in sodalizio artistico, celebreranno Turandot, il capolavoro incompiuto di Giacomo Puccini nell’ambito de “Gli Eventi del Torrione” a cura dell’Associazione Culturale Radici, la sera del 5 agosto 2018 alle ore 21.00 presso la terrazza del Museo Civico del Torrione “Giovanni Maltese” di Forio, Isola d’Ischia. (Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.) Troisi curerà personalmente una propria mostra (che si protrarrà fino al 30 agosto), dal titolo “In questa Reggia” ovvero la favola di Turandot, composta di costumi e bozzetti di scene, come testimonianza di varie produzioni di grande successo, mentre Canessa, la sera del vernissage, si esibirà nel suo noto Opera Talk Show, format esclusivo da lui ideato e già andato in scena al Teatro San Carlo di Napoli, al Teatro Verdi di Salerno, e quest’inverno, al Teatro Diana di Napoli.

Il M° Canessa racconterà l’opera dal punto di vista filologico, musicale e registico avvalendosi di interventi canori dei giovani talenti Francesca Borrelli, Sara Savino, Achille del Giudice, accompagnati dall’esperto pianista Maurizio Iaccarino.

I costumi esposti sono realizzati e forniti dalla storica sartoria teatrale PIPI di Palermo.

La mostra sarà visitabile tutti i giorni  dalle ore 19:00 alle 22:00 con ingresso gratuito.

Il Torrione Forio

“In questa Reggia” Ovvero la favola di Turandot.

Al Torrione di Forio d’Ischia mostra di costumi di scena disegnati da Alfredo Troisi, ispirati all’opera “Turandot”, raccontata, la sera dell’inaugurazione, dal noto regista d’opera Riccardo Canessa con il suo Opera Talk Show.

Tutte le favole che si rispettino hanno una principessa e un principe azzurro ma Turandot ne ha uno particolare: Calaf, che per sciogliere il cuore di ghiaccio della principessa, mette in gioco la sua stessa vita senza esitazione per raggiungere l’anelato amore.

Questo al tempo delle favole. Ma la realtà odierna ci porta, grazie al costante impegno dell’Associazione Culturale Radici, a gustare un evento di caratura globale poiché affidato a un team di professionisti di livello internazionale. Il M° Alfredo Troisi, ideatore e curatore dell’evento è uno scenografo e costumista di chiara fama, che in virtù delle sue doti creative e tecniche, è da considerare, nel suo settore, tra le personalità artistiche italiane di maggior rilievo. Reduce dai successi internazionali di Tokyo, Rio De Janeiro, Seoul, Tel Aviv, Avenches, Siviglia, Bilbao, La Coruna e italiani come al teatro, San Carlo di Napoli, dell’Opera di Roma, Teatro Massimo di Palermo, Troisi, dopo il grande successo della mostra dei costumi di scena della “Lucia di Lammermoor”, realizzata nel 2016 al Torrione di Forio, accetta di allestire una nuova esposizione, creando l’atmosfera adatta a far rivivere una favola, quella della principessa Turandot.

Il cast di artisti che il M° Troisi ha coinvolto per la serata inaugurale della mostra è composto ovviamente da professionisti di prim’ordine come il M° Riccardo Canessa, i soprano Francesca Borrelli e Sara Savino, il tenore Achille Del Giudice, il pianista M° Maurizio Iaccarino, gli attori Alessandro ed Andrea Palatucci.

Il M° Riccardo Canessa, con il suo noto Opera Talk Show, format esclusivo da lui ideato e già andato in scena al Teatro San Carlo di Napoli, al Teatro Verdi di Salerno e, quest’inverno, al Teatro Diana di Napoli, racconterà, l’opera dal punto di vista filologico, musicale e registico, illustrerà la trama, i personaggi e le vicende dell’algida principessa cinese, immortalati nella famosissima opera di Giacomo Puccini.

Ecco una breve sintesi della trama del dramma pucciniano, che ebbe una stesura incompiuta a causa della morte del compositore e che fu completato postumo dal M° Franco Alfano.

Nel componimento teatrale si evidenzia la tensione di una donna, la principessa Turandot, figlia dell’imperatore cinese Altoum, che sposerà quel pretendente di sangue reale che abbia svelato tre indovinelli molto difficili, da lei stessa proposti; colui però che non sappia risolverli, dovrà essere decapitato. Solo Calaf, figlio di Timur, re tartaro spodestato, che si nasconde sotto le mentite spoglie di un viandante, riesce a risolvere i difficili quesiti e conquistare il cuore della bellissima principessa che sembrava di ghiaccio.

L’Associazione Culturale Radici, ringraziando quanti hanno collaborato alla preparazione dell’evento, auspica che sia gradito al vasto pubblico di ospiti e residenti e invita tutti all’inaugurazione di domenica 5 agosto 2018 alle ore 21.30 presso il Museo Civico del Torrione.

La mostra sarà visitabile fino al 30 agosto 2018 dalle ore 19:00 alle ore 22:00 con ingresso gratuito.

I costumi esposti sono realizzati e forniti dalla storica Sartoria PIPI di Palermo.

Torrione Forio

La principessa Turandot

La serata inaugurale della mostra sarà allietata dal Cast composto da:

Sara Savino. Soprano (Liù)

Contemporaneamente agli studi umanistici, conclusi con la laurea con lode in Lingue e letterature straniere, ha iniziato giovanissima la carriera artistica prima come pianista poi nella lirica laureandosi con il massimo dei voti presso il conservatorio G. Martucci di Salerno.

Si è esibita in numerosi concerti in Italia e all’estero; tra i più prestigiosi il concerto presso la sede del Parlamento Europeo di Straburgo, il concerto in occasione della Giornata mondiale della Pace presso la Basilica Superiore di san Francesco ad Assisi, le esibizioni presso Palazzo Barberini e Palazzo Spada a Roma in occasione della Festa Europea della Musica. Si è esibita inoltre nella Sala Chopin di Palazzo Mastelloni a Napoli, nella Sala Rossa del Casino Sociale di Salerno, nei Giardini di Villa Rufolo a Ravello, nell’Auditorium di Portoroz in Slovenia, nella “Salle Jaques Brel” a Parigi e in numerosi teatri e fondazioni come il Teatro Lirico di Cagliari, il Teatro Domenico Cimarosa di Aversa, il teatro Municipale Mascagni di Chiusi, il teatro Giuseppe Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere, il San Carlo di Napoli.

Dal 2009 fa parte del Coro dell’Opera del Teatro “G.Verdi” di Salerno. Da allora ha preso parte a numerosissime produzioni lirico-sinfoniche, presso il teatro municipale Giuseppe Verdi di Salerno, la Guangzhou Opera House in Cina, al fianco d’illustri colleghi quali Leo Nucci, Renato Bruson, Celso Albelo, Marcelo Alvarez, Maria Agresta, Giovanna Casolla, Katia Ricciarelli. E’ stara diretta da direttori d’orchestra del calibro di Daniel Oren, Alberto Veronesi, Aldo Ceccato, Donato Renzetti, Ennio Morricone e registi di fama internazionale come Renzo Giacchieri, Gigi Proietti, Riccardo Canessa, Franco Zeffirelli, Lina Wertmuller.

Il suo repertorio spazia tra titoli di svariati generi (Opera, Operetta, Sacro, musical…) italiani, quali la Traviata, Tosca, Rigoletto, Cavalleria Rusticana, Carmen, Pagliacci, Turandot, fino a Gioconda, Francesca da Rimini, e in lingua come Robert le Diable, Les Pecheur de perles, la Carmina Burana, lo Stabat Mater di Pergolesi, il Requiem di Verdi, la Missa Solemnis op. 123 di Beethoven, la Sinfonia n. 2 in si bemolle maggiore, op. 52, Lobgesang di Felix Mendelssohn.

Di recente ha ricoperto il ruolo di “Prima Ancella di Turandot”, nella Turandot di G. Puccini diretta dal M° Daniel Oren, il “primo Musico”, nella Manon Lescaut di G. Puccini, diretta dal M° Roberto Paternostro, la “Apparizione” nel Macbeth di Verdi diretta da Daniel Oren e la regia di Lina Wertmuller.

Tra le interpretazioni di maggior rilievo ricordiamo il ruolo di Larissa nella prima rappresentazione italiana de “IL Trionfo di Clelia” di N. Jommelli e Rosolina ne “La finta Parigina” di D. Cimarosa messa in scena presso l’Opèra National de Paris nel 2014.

Il Torrione Forio

Soprano Sara Savino. (Liù)

Francesca Borrelli Soprano (Turandot)

Dopo aver conseguito la Maturità Classica Nel 2002, si è iscritta al Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma, dove si è diplomata nel 2010 in Canto Lirico.

Da allora ha partecipato a numerosi Corsi di perfezionamento e Master Classes tra le quali “Le Corti dell’Arte” a Cava de’ Tirreni nel 2007, quelle tenute dal soprano Daniela Dessi presso il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma nel 2008, le Master Classes tenute dal Maestro Giuseppe Sabatini presso la Villa Mazzotti a Chiari e presso il Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma nel 2009 oltre a Corsi di alto perfezionamento Opera Studio tenuti da Renata Scotto presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma e il Corso di perfezionamento con il Maestro Leone Magiera a Bologna del 2010.

Nel 2015 ha fatto parte come allieva effettiva dell’Accademia di alto perfezionamento del Festival Pucciniano di Torre del Lago, esibendosi nei vari Concerti, nella messa in scena del “Trittico” pucciniano e ricoprendo il ruolo di “prima ancella di Turandot” nella Turandot di Puccini al fianco del soprano Giovanna Casolla e diretta dal Maestro Bruno Nicoli.

Dal 2002 al 2010 è stata artista del Coro del Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma e dal 2012 collabora con il Teatro Verdi di Salerno prendendo parte alle produzioni in sede (Aida, Nabucco, Otello, Boheme, Turandot, Manon Lescaut…), e all’estero nelle produzioni in collaborazione con la Royal Opera House presso il Guangzhou Opera House in Cina (Carmen, La Traviata). Inoltre ha preso parte alle tre edizioni della stagione estiva di opere e concerti “Un’estate da re” presso la Regia di Caserta, partecipando al Nabucco del 2016 al fianco di Leo Nucci diretta da Daniel Oren, i Carmina Burana e il concerto diretto dal Maestro Ennio Morricone del 2017 e la Madama Butterfly e La Cavalleria Rusticana del 2018.

Torrione Forio

Francesca Borrelli. (Turandot)

Achille Del Giudice Tenore (Calaf)

Nasce a Nocera Inferiore il 28/12/1990. Consegue il diploma in Canto con il massimo dei voti presso il Conservatorio G.Martucci di Salerno nella classe del M° Chiara Artiano. Si avvicina molto precocemente al mondo della musica e dello spettacolo esibendosi in pubblico in tenera età. Comincia a studiare le discipline musicali all’età di dieci anni sotto la guida del M° Padre Enrico Buondonno e successivamente intraprende lo studio del canto lirico con la maestra Antonella De Chiara, soprano di chiara fama nazionale. A quindici anni partecipa alla realizzazione delle Nozze di Figaro di Mozart presso il Casinò Sociale di Salerno e inoltre viene selezionato per un musical dal titolo “Inferno ma non troppo”, musicato e diretto dal M° Umberto D’Auria, cantando nel ruolo di Caronte, nel suggestivo e medievale Castello Fienga. Nel 2007 vince la sezione giovani voci del Concorso lirico “Città di Mercato San Severino”riscuotendo grande plauso dalla giuria. Nel 2011 continua gli studi di canto con il tenore Francesco Marsiglia e il soprano Daniela Bruera. Contemporaneamente nel 2011 supera l’audizione per il coro del Teatro Lirico “Giuseppe Verdi” di Salerno lavorando come tenore corista stabile diretto dal M° Luigi Petrozziello, M° Marco Facili e ad oggi dal M°Tiziana Carlini. Nel 2012 debutta al Teatro Sant’Alfonso di Pagani, come solista, in due opere inedite “Fichi d’india” e “Benjamin Button”, scritte e dirette dai Maestri Nicola Samale e Giulio Marazia, inoltre nello stesso anno vince l’audizione e canta Traviata nel ruolo di Gastone nella Villa Calvanese di Lanzara. Nel 2013-2014 intraprende una tournèe con lo staff del Teatro Verdi di Salerno in Cina, nella città di Guangzhou, eseguendo la Traviata di Verdi e la Carmen di George Bizet, diretto dal M° Daniel Oren. Nel 2015-2016 partecipa ad una serie di concerti per i turisti stranieri presso il Museo Correale di Terranova a Sorrento; vince l’audizione al teatro Regio di Parma e partecipa ad un seminario sulle opere di Francesco Paolo Tosti con concerto finale tenuto dal M°Renato Bruson.

Partecipa con grande interesse a masterclass e corsi di perfezionamento tenuti da artisti di calibro internazionale quali: Renato Bruson, Fiorenza Cedolins, Alida Berti, Nunzio Todisco, Carlo Striuli, Vincenzo Scalera e Piero Giuliacci. Svolge un’intensa attività concertistica con l’orchestra sinfonica Ensemble Contemporaneo diretta dal M°Giulio Marazia. Inoltre è tenore solista nei concerti tenuti dalle orchestre di Fiati: Città di Sarno diretta dal M’Ciro Rueciero, Città di Calitri diretta dal M°Carlo Luonao.

Torrione Forio

Achille Del Giudice (Calaf)

Maurizio Iaccarino. Pianista

Maurizio Iaccarino si è brillantemente diplomato presso il Conservatorio “G. Da Venosa” di Potenza sotto la guida del Mo Massimiliano Albanese. Ha studiato Composizione presso il Conservatorio “S. Pietro a Majella” di Napoli, dove ha cominciato ad approfondire lo studio del repertorio operistico e vocale col Mo Alfonso Amato e dove ha inoltre prestato la propria collaborazione nella classe di Musica da Camera del Mo Antonio Florio. Nel 2008 vi ha conseguito il Diploma accademico di II livello in Accompagnamento al pianoforte, seguito dal Mo Antonio Maione. Nello stesso anno ha intrapreso lo studio del clavicembalo con il M° Enrico Baiano e ha collaborato come accompagnatore al cembalo nell’ambito del corso di secondo livello in Musica vocale barocca tenuto dal Mo Florio. Sempre al “San Pietro a Majella” ha preso parte alla masterclass sulla melodia francese tenuta a Napoli dal Mo Pierre Thirion-Vallet (2001). Ha partecipato, in duo voce-pianoforte, a diversi concorsi musicali nazionali e internazionali (Don Matteo Colucci di Fasano, Napolinova.) Leopoldo Mugnone di San Leucio.  Nell’aprile 2010 ha ottenuto il 2° premio, risultando anche uno dei più giovani vincitori, al Concorso Internazionale Rolando Nicolosi di Roma, per la prima volta aperto anche ai pianisti collaboratori.

E’ stato invitato più volte dalla Fondazione William Walton di Ischia, dall’associazione Euterpe di Angri (SA), dallo Zonta Club International e dal Rotary Club di Napoli; ha preso parte, sempre a Napoli, alle stagioni concertistiche del Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini e dell’Istituto Francese Grenoble, all’8a e 9a edizione della rassegna Musica al Colle di Torre del Greco, e a numerose manifestazioni come i Venerdi musicali presso il Conservatorio di Napoli e il Maggio dei monumenti. Si è esibito, nel 2001, nell’ambito della Festa della musica di Fiesole, delle rassegne Momenti di musica nei luoghi storici di Praiano, Serate musicali al Borgo Case Nuove presso Marsico Nuovo (PZ), e Natale a Positano sia nel gennaio 2003 che nel dicembre 2004. Ha partecipato, nel luglio 2003 e nell’agosto 2004 (sezione “Passeggiate musicali”), al Festival di Ravello, e suonato inoltre per il Gran Priorato di Napoli e Sicilia, per il Corpo Consolare di Napoli (presso il Palazzo Reale di Napoli e la “Sala Scarlatti” del Conservatorio “S. Pietro a Majella”), nonché, nel 2005, presso il Circolo dell’Unione di Napoli e nell’ambito del Festival de Royaumont (Val-d’Oise, Francia). Ha partecipato, inoltre, alla Festa della musica, presso il foyer del Teatro San Carlo di Napoli. Importante è anche la collaborazione col noto musicologo Sergio Ragni, che ha portato alla realizzazione di due progetti, ossia Volatine e roulades – i virtuosismi delle primedonne e L’ape quinta – un’ipotesi dapontiana. Nel gennaio 2010 partecipa, accompagnando il soprano Maria Grazia Schiavo, al concerto di presentazione del Festival di Salisburgo tenutosi ad Istanbul (Turchia). Nell’ottobre 2010, sempre in duo col soprano Maria Grazia Schiavo, si esibisce presso il Teatro di Corte del Palazzo Reale di Napoli all’XI Edizione del Premio Leonetti, conferito al M° Riccardo Muti. Nel marzo 2011 prende parte al concerto per i 150 anni dell’unità d’Italia organizzato dagli “Amici della lirica” di Carrara, accompagnando il soprano Giovanna Casolla (della quale è pianista personale dal 2008) e il mezzosoprano Elisabetta Fiorillo. Si esibisce inoltre, nel cortile del Maschio Angioino di Napoli, con I Cantori di Posillipo diretti dal M° Gaetano Raiola in occasione del Maggio dei monumenti 2011. Nel luglio 2012 partecipa al concerto di solidarietà per i terremotati dell’Emilia, accompagnando, tra gli altri, il soprano Giovanna Casolla e il tenore Walter Fraccaro. Nell’aprile 2013 si esibisce in concerto con Edicson Ruiz, celebre contrabbassista dei Berliner Philarmoniker. Nel luglio dello stesso anno, insieme al mezzosoprano Francesca Russo Ermolli, rende omaggio a Verdi e Wagner (in occasione delle celebrazioni per il bicentenario dalla nascita) con un recital sulle liriche da camera dei medesimi autori nella stagione concertistica di Villa Oliva (Lucca). Nel 2015 ritorna a Carrara in un concerto che vede protagonisti Giovanna Casolla, Piero Giuliacci, Annamaria Chiuri, Sergio Bologna. Proficua è inoltre la collaborazione col regista Riccardo Canessa che lo sceglie per la sua Bohème in casa Niemeyer (Ravello Festival 2014) e insieme al quale darà vita a una serie di fortunate conversazioni-concerto sull’opera lirica (The Opera talk-show).

E’ stato pianista accompagnatore in numerosi concorsi nazionali e internazionali per cantanti e strumentisti (Città di Ravello, Augusto Zabaroni, Città di Bacoli, Belvedere di San Leucio, Luigi Denza, Umberto Giordano, Premio Palazzo San Teodoro), nonché corsi di perfezionamento di canto (collaborando ad esempio con Maria Casula per l’Accademia Musicale “Preludio” di Viareggio, sia come maestro accompagnatore che come maestro di spartito, Valeria Baiano, Delfo Menicucci, Bruno Praticò, Fiorenza Cedolins, Alida Berti) e di strumento (Andrea Oliva e Thomas Kerbl, docente dell’Università di Linz). Ha collaborato con il Laboratorio del Coro di voci bianche del Teatro S. Carlo di Napoli diretto da Stefania Rinaldi, col quale ha eseguito l’opera Il piccolo spazzacamino di Benjamin Britten presso l’Auditorium della RAI di Napoli e nell’ambito del Ravello Festival 2006. Ha fatto parte dell’orchestra Collegium Philarmonicum diretta da Gennaro Cappabianca, della Grande Orchestra Reale diretta da Mario Ciervo e del gruppo Cameristi del San Carlo di Napoli, con il quale ha eseguito l’opera Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni, nel duplice ruolo di maestro di sala e pianista in orchestra.

In qualità di maestro sostituito ha partecipato inoltre all’allestimento delle opere Le pauvre Matelot di Darius Milhaud, tenutasi nel 2005 presso il Teatro dell’Accademia di Belle Arti di Napoli (con la direzione di Renato Piemontese), Aci, Galatea e Polifemo di George Friedrich Händel, andata in scena per la stagione lirica 2009 del Teatro Regio di Torino (con la Cappella della Pietà de’ Turchini diretta da Antonio Florio e la regia di Davide Livermore), La finta parigina di Domenico Cimarosa (Teatro Trianon di Napoli, novembre 2012) e alla prima esecuzione moderna de Gli amanti mascherati di Niccolò Piccinni andata in scena presso il Gebrüder-Busch-Theater di Dahlbruch e l’Orchesterzentrum NRW Kammermusiksaal di Dortmund con la direzione di Maurizio Quaremba (marzo 2012). Al Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli ha eseguito nel maggio 2013 I dialoghi delle carmelitane di Francis Poulenc e nel maggio 2014 Mas’Aniello di Jacopo Napoli.  Collabora dal 2013 col teatro “G. Verdi” di Salerno come maestro di sala e palcoscenico. Col Teatro “G. Verdi” ha preso parte nel luglio 2016, come maestro di palcoscenico, all’allestimento dell’opera Nabucco di Giuseppe Verdi presso la Reggia di Caserta, in coproduzione col Teatro “San Carlo” di Napoli. Collabora come pianista accompagnatore col Conservatorio “G. Martucci” di Salerno e “San Pietro a Majella” di Napoli. Ha pubblicato per la Franco di Mauro Editore dei saggi su Orfeo, Otello, Don Giovanni, Reynaldo Hahn, nonché una serie di riflessioni sull’accompagnamento pianistico (Diario di bordo di un pianista accompagnatore).

Torrione Forio

Maurizio Iaccarino (Pianista)

Alfredo Toisi Regista Scenografo, Costumista, Ligth desiner.

Nato a Napoli dove effettua gli studi all’Accademia di Belle Arti. Il suo debutto ènel 91′ al teatro “Valli” di Reggio Emilia dove firma scene e costumi per il concerto di gala in occasione dei trenta anni di carriera di Luciano Pavarotti. Da quel momento firma numerosi allestimenti per prestigiosi teatri nazionali ed internazionali: da Montecarlo (dove firma scene e costumi di Macbeth in occasione dei 700 anni di Regno della famiglia Grimaldi) a Marsiglia (Faust di Gounoud) a Tokyo (Macbeth e Lucia di Lammermoor della quale esiste in commercio un dvd interpretato da Mariella Devia e Marcelo Alvarez) Brasilia (Un ballo in maschera) Rio de Janeiro (Turandot) Seoul (Turandot con la regia di Katia Ricciarelli) Tel Aviv (Nabucco) Baal Beeck (Tosca di cui esiste un video interpretato da Jose’ Cura e Tiziana Fabbricini) Festival di Avenches (Nabucco e Il trovatore) Siviglia (Hansel und Gretel) Bilbao (I pescatori di perle) La Coruna (La sonnambula e Norma). In Italia ha collaborato con numerosi enti lirici quali il Teatro dell’Opera di Roma (La sonnambula) il Teatro Massimo di Palermo (Hansel und Gretel) e il Teatro Verdi di Trieste (Nabucco con la direzione di Daniel Oren), teatri di tradizione come il Politeama di Lecce (Macbeth, Nabucco, Trovatore, Trittico, Tosca, Carmen, Rigoletto, Attila, Il Flauto Magico, Don Giovanni) al Piccinni di Bari (La traviata), al Teatro di Messina “Vittorio Emanuele” (Don Giovanni).

Torrione Forio

Alfredo Toisi Regista Scenografo, Costumista, Ligth desiner.

Riccardo Canessa Regista teatrale. Musicista.

Riccardo Canessa è nato a Milano, vive e lavora a Napoli. Diplomato in logopedia, con particolare specializzazione sulla riabilitazione della voce cantata, proviene da una famiglia di teatranti. Il padre Francesco è stato Sovrintendente del teatro San Carlo, la madre Italia, un’attrice di prosa. Da circa vent’anni si occupa costantemente di regia lirica e di promozione del melodramma attraverso la formula dell’Opera Talk Show, da lui ideata, prima per le scuole e successivamente anche per il pubblico adulto. Rigoroso nella lettura tradizionale dell’opera, ha lavorato in moltissimi teatri in Italia e all’estero. Tra questi ricordiamo il San Carlo di Napoli, l’Arena e il Filarmonico di Verona, il Teatro Regio di Parma, il teatro Municipale di Piacenza, il teatro Verdi di Salerno. All’estero è molto apprezzato per la semplicità delle sue messe in scena: ha lavorato tantissimo in Francia, Austria, Portogallo e Spagna, mentre ha svolto numerose tournée in Cina e in Corea del sud. All’inizio della sua carriera registica ha diretto l’Opera Nazionale Italiana, con sede a New York, portando in giro per gli Stati Uniti opere e concerti.

Torrione Forio

Riccardo Canessa Regista teatrale. Musicista.