La Cina sempre più vicina

I mercati emergenti sono alle porte e bussano anche a quella della Campania e, giovedì 23 novembre 2017, in particolare, è toccato a Ischia mostrare le sue doti.

Un nutrito gruppo di tour operators cinesi ha, infatti, visitato la nostra isola, aderendo al progetto ideato e promosso dalla Casa Camerale Campania, di concerto con l’assessorato al turismo della Regione Campania e l’Ente Provinciale del Turismo di Napoli, Il piano di lavoro si prefigge l’obiettivo di far conoscere la Campania e soprattutto Ischia in Cina per creare dei pacchetti turistici in modo da incrementare l’incoming verso la Campania soprattutto nella bassa stagione.

La delegazione cinese, accompagnata dal Dott. Salvatore Ariano, Segretario Generale della Casa Camerale Campania e responsabile coordinamento, ha visitato quasi tutta l’isola soffermandosi sui punti salienti ed è venuta in contatto con molte eccellenze e realtà turistiche e produttive dell’isola di Tifeo.

I membri della delegazione provenienti dalle città di Xi’an, Chengdu, Jiangxi, Shanghai, Nanjing, Nanchang hanno iniziato di buon ora con la prima tappa al Torrione di Forio per visitare il Museo Civico Giovanni Maltese. Accolti cordialmente da Giuseppe Magaldi, Presidente dell’Associazione Culturale Radici, affidataria dello storico sito, sono stati messi a proprio agio dalla brillante accompagnatrice Maria Rita Ascanio.

 Maria Rita, che già da qualche anno è tesserata, svolgendo attivamente il ruolo di PR, parla correntemente cinese essendosi laureata nel 2000 con specializzazione in lingua cinese presso l’Università di Lingue e Cultura di Pechino al termine di un percorso di studi quadriennale (1996-2000) con la tesi scritta in lingua cinese dal titolo: “Osservazioni sulle parole di origine inglese presenti nella lingua cinese”.

Durante la colorita conversazione, specialmente le signore, si sono rivelate molto interessate alla produzione dello scultore foriano Giovanni Maltese. Anche il Naufragio di Agrippina, il Naufrago e la Solfatrice hanno suscitato, l’interesse generale e gli inconsueti visitatori hanno riferito a Maria Rita di essere stati affascinati da tanta Arte racchiusa in così poco spazio.

I turisti dagli occhi a mandorla hanno manifestato un vivo interesse alla storia di Giovanni Maltese e ammirazione per il suo talento, stupore e meraviglia di fronte alla bellezza di disegni e sculture. Del gruppo faceva parte, infatti, un esperto d’arte, che ha studiato a Roma, che ha riconosciuto il grande valore delle opere esposte.

Accomiatandosi dal Museo i graditi ospiti hanno manifestato il proprio impegno a diffondere nel proprio paese l’immagine positiva e propositiva dell’isola coinvolgendo i propri clienti a scegliere le mete Ischia e Campania.